Come Realizzare un Acquario per i Pesci

Costruire da se un tradizionale acquario per pesci d’acqua dolce non è poi così difficile come può sembrare in un primo momento. Questa guida ti illustra passo dopo passo i procedimenti che dovrai eseguire, dalla vasca al coperchio, permettendoti così di risparmiare una notevole somma di danaro. Leggi la guida e buon lavoro.

Occorrente
2 lastre di vetro spesso 5 mm da 71×30 cm
2 lastre di vetro spesso 5 mm da 30x30m cm
1 lastra di vetro spesso 5 mm da 71×31 cm
1,8 metri quadrati di compensato marino dello spessore di 10 mm, di tipo impiallacciato in pitch-pine
Silicone atossico per acquari
Flatting lucido per barche
Centralina per alimentazione servizi
Pompa aria e lampadina fluorescente con terminali isolati
Bulbo con resistenza e termostato
5 kg di sabbia speciale per acquari
Chiodini e viti
Colla vinilica
Pietra al carborundum
Morsetti angolari per cornici
Cutter
Levigatrice orbitale
Stucco color legno
Spatola

Il primo lavoro che devi eseguire sarà di realizzare la vasca. Quindi, le cinque lastre di vetro che compongono la vasca devono essere assolutamente precise nelle dimensioni e nelle finiture dei bordi, perciò dovrai eliminate attentamente le irregolarità con una pietra al carborundum. A questo punto, sui bordi delle lastre dovrai stendere un cordone di silicone, ma fai attenzione a non sporcare il vetro con questa sostanza.

Quando avrai fatto, le lastre verticali dovrai mantenerle in posizione, durante la presa dell’adesivo, con i morsetti angolari per cornici, che ti garantiranno di ottenere angoli perfettamente a novanta gradi. Ora quando il silicone ha fatto presa e la vasca è assemblata, applica, con un dito bagnato, uno strato di silicone all’interno degli angoli. Se sul vetro il silicone appare irregolarmente distribuito, per pareggiare i cordoni impiega un cutter o una lametta asportando, tagliandola, la quantità in eccesso.

Terminato questo primo e facile lavoro, dovrai passare al basamento. Quindi, assembla una struttura a forma di C, in compensato marino da dieci millimetri, utilizzando la colla vinilica e qualche chiodino a testa tonda piantato qua e la. A questo punto, sulla base in compensato marino, sempre dello stesso spessore, dovrai posizionare e fissare la struttura appena assemblata, centrandola rispetto alla dimensione maggiore.

Una volta che avrai eseguito questo lavoro, la parte superiore del basamento è costituita da un ulteriore pannello delle stesse dimensioni della base, che dovrai fissare, centrandolo, a filo di quello inferiore, sulla struttura a C. Adesso, per potere collocare la vasca in posizione corretta, dovrai applicare sul piano superiore un bordino di tre lati. Il quarto lato non occorre, in tal modo potrai inserire agevolmente la vasca.

Quando sarai arrivato in questa fase del progetto, la superficie del compensato dovrai lisciarla attentamente utilizzando la levigatrice orbitale, se non si dispone di questo strumento è possibile vedere questa guida sulla levigatrice orbitale per capire le differenze tra i vari dispositivi. Poi puliscila con uno straccio in modo da eliminare la polvere prodotta dall’operazione. A questo punto, il basamento dovrai rifinirlo con una o due mani di flattig per imbarcazioni, trasparente e incolore, oppure con della vernice poliuretanica trasparente.

Quando avrai terminato questo lavoro puoi passare a costruire il coperchio. Quindi sul pannello che funge da coperchio elencato tra gli oggetti che servono a inizio della presente guida, dovrai tracciare la fessura rettangolare per la lampada fluorescente e la dovrai tagliare con il seghetto alternativo. Quindi, con la sega a tazza, passa a praticare tre fori di sessanta millimetri per poter far passare il mangime per i pesci. I dischetti di scarto li dovrai utilizzare come tappi.

Una volta che avrai realizzato questo primo lavoro del coperchio, in prossimità di un angolo del pannello, dovrai praticare un’apertura rettangolare per il passaggio del bulbo con resistenza e termostato. Quando avrai eseguito anche questo taglio, intorno al bordo del pannello, dovrai applicare con colla e chiodini un bordino alto cinque centimetri, che consente un corretto posizionamento sulla vasca dell’acquario.

A questo punto, continua il lavoro realizzando, sempre sul coperchio, il vano per i servizi, formando un rialzo sul coperchio con le pareti laterali a trapezio rettangolo. La parte anteriore ha i bordi maggiori tagliati a sessanta gradi. Il bordo posteriore del vano è al filo del bordo del coperchio, quindi, di conseguenza, dovrai posizionare il vano centralmente rispetto al coperchio. Per sostenere il coperchio del vano servizi, incolla quattro blocchetti a quarto di cerchio, che dovrai porre dieci millimetri al di sotto del bordo superiore.

Adesso, quando sarai giunto a questo punto del lavoro, all’interno del vano dovrai posizionare un listellino definito divisorio, in prossimità della fessura rettangolare, per riparare la lampada fluorescente dall’acqua. Una volta terminato questo semplice lavoro, dovrai ripassare tutto il coperchio con stucco color legno per otturare i fori delle teste dei chiodi. Quindi procedi a una carteggiatura generale e alla verniciatura.

Per completare il lavoro dovrai realizzare i servizi. Quindi, prima di inserire i servizi nel vano appena realizzato, dovrai proteggere il coperchio con un paio di mani di flatting trasparente, sempre del tipo per imbarcazioni. A questo punto, dovrai passare a collocare, lungo il bordo posteriore, la centralina che comprende lo starter, reattore e interruttore generale, e la pompa dell’aria, utilizzado delle squadrette metalliche per bloccare il tutto.

Quando avrai fatto, in corrispondenza della fessura rettangolare, dovrai montare la lampada fluorescente con i contatti isolati. La lampada viene collegata alla centralina. Eseguito anche questo lavoro di collegamento, lungo il bordo superiore della vasca dovrai applicare pezzetti di gomma morbida, con silicone, in modo da ammortizzare il contatto tra vasca e coperchio che avviene quando si chiude. Quindi avrai finito il lavoro, ti basterà mettere la sabbia adatta sul fondo della vasca.