Come Togliere Macchie di Silicone

Si sa il silicone è uno tra i prodotti che non mancano nelle nostre case e che viene utilizzato per faccende domestiche. Basti pensare al silicone come ad un sigillante che ci permette di riparare fessure, giunti e quindi di eliminare perdite inutili.

Spesso l’utilizziamo anche tramite un’apposita pistola, in cui inseriamo il nostro tubo di silicone.

Molto spesso, pur essendo molto semplice da utilizzare e preciso, grazie alla presenza del beccuccio, che accompagna la sua composizione, possiamo andare incontro a delle leggere o intense sbavature, che occorre eliminare in modo che non lasci residui.

Ecco una guida, semplice e veloce, che ci permetterà di capire come poter togliere ed eliminare il silicone e le sue macchie su piastrelle, pavimenti ed altre superfici.

La prima cosa da sapere, è quella di ricordare che è bene non togliere le macchie di silicone appena queste vengono prodotto e compaiono sulla superficie che stiamo trattando. In questo modo, essendo ancora la macchia morbida ed appiccicosa, eviteremo che possa estendersi e sporcare tutta la superficie e che quindi possa diventare più difficile da eliminare.

Nel caso fosse ancora morbida, la macchia di silicone, potrebbe entrare nel profondo della superficie, anche negli angoli più interni e non essere più eliminata.

Occorre per questo motivo aspettare che la macchia diventi dura e quindi gommosa, in modo da poterla rimuovere facilmente e senza rovinare tutto ciò che la circonda.

Potremo usare o una lametta o anche un semplice raschietto, per poter rimuovere la maggior parte della macchia di silicone. In tutto ciò, occorre ricordare, che dobbiamo usare la lametta o il raschietto, solo ed esclusivamente se la superficie è ben dura e possa resistere alla pressione e non si rischia di rovinarla.

Molto spesso se i residui di silicone non vanno via occorre utilizzare dei prodotti un po’ chimici, che possiamo tranquillamente reperire in tutte le ferramenta.

Nel caso quando eliminiamo la macchia di silicone, dovessero rimanere aloni o parti più resistenti, potremo ricorrere all’uso di prodotti specifici per la rimozione del silicone.

In genere questi solventi si applicano sui residui  e dopo qualche minuto, in cui si lascia agire sulla macchia, viene pulito via, in quanto il silicone riesce a sciogliersi grazie al solvente ed eliminarlo con uno straccio.

Occorre però sempre stare molto attenti alla superficie su cui si trova il residuo di silicone, in quanto questo materiale, deve essere contenuto nella lista che si può trovare sulla confezione del solvente. In questo modo non rischieremo di rovinare piastrelle o pavimenti nuovi.