Come Riconoscere un Opale

Il termine opale deriva dal sanscrito upala, che significa pietra preziosa, e venne introdotto in Europa dagli antichi Indi.

Conosciuto dai tempi più remoti, vanta tra gli scrittori celebri che ne hanno tessuto le lodi anche Plinio, che la descrisse come una gemma di rara bellezza, contenente i colori dello smeraldo, del rubino e dell’ametista. Queste caratteristiche possono essere notate dall’immagine presente nella pagina, presta da questa guida sull’opale sul sito Pietrapreziosa.net.

L’opale è un minerale costituito da silice idrata allo stato amorfo, che si presenta in natura sotto forma di vene, noduli e croste di vari colori, con una tipica iridescenza dovuta secondo alcuni studiosi alla struttura lamellare della pietra, secondo altri alla presenza di idrocarburi che provocano fenomeni di interferenza della luce.

Risulta essere un minerale di origine sedimentaria, che si forma per deposito chimico di acque ricche di silice o per accumulo di scheletri di organismi marini. L’opale presenta molte varietà tra cui l’opale di fuoco, l’opale nobile, l’opale nero e l’opale casciolongo, tutte particolarmente apprezzate in gioielleria.

L’opale di fuoco presenta un colore “rosso fiamma” con leggeri toni giallastri. Trattandosi di una gemma trasparente, il taglio maggiormente usato è quello a sfaccettatura, mentre quello a cabochon è meno usato. A differenza delle altre varietà di opale, l’opale di fuoco è privo o quasi di iridescenza ad eccezione della varietà fiammeggiante, dotata di riflessi verdi rossastri, e della varietà lechosopal, caratterizzata da un’iridescenza verde violacea. Si rinviene soprattutto presso Hidalgo, nel Messico.

L’opale nobile è di colore bianco-grigiastro con sfumature celesti, che vengono messe in risalto maggiormente con il taglio a cabochon. Con il nome di opale arlecchino o opale a pagliette si indica la varietà di colore grigio con riflessi nerastri macchiata da chiazze iridescenti, mentre l’opale girasole è la varietà semitrasparente dai bellissimi riflessi azzurri. I luoghi in cui si trovano opali nobili in grandi quantità sono la Transilvania e gli Stati Uniti.

L’opale nero è una varietà molto pregiata di colore nero lucente, che si trova soprattutto in Australia, nella zona di Lightning Ridge.

L’opale casciolongo è una varietà poco pregiata di colore biancastro con toni grigio-rossastri, di solito tagliata a superficie curva, che si rinviene nelle isole Fær Oer.

Si conoscono anche molte altre varietà di opale, tra cui: l’opale latteo, l’opale agata, l’opale diaspro, l’opale xiloide, l’opalina, l’opale ialite ed altri, che però non hanno valore gemmologico.

L’opale è una gemma unica, molto apprezzata in gioielleria ed usata come ornamento fin dai tempi antichi. È però importante fare attenzione e non confonderla con le imitazioni, che si ottengono con triplette ottenute incollando con il mastice una sottile lamina di opale bianco su una lastrina di calcedonio. Che si facciano dunque avanti i più attenti osservatori!